SYLVIA EARLE, biologa e oceanografa statunitense, dopo più di sessanta spedizioni e numerosi record di immersione che l’hanno vista eccellere in un contesto percepito come prettamente maschile, ora è impegnata nella salvaguardia e nella tutela della natura. In una sua recente intervista ha dichiarato: “Non c’è nulla di quello che fanno gli uomini che noi donne non possiamo fare; risolvere i problemi e decidere anche in situazioni di emergenza è una capacità che richiede l’uso dei muscoli del cervello, molto più di quelli delle braccia.”

SHARE

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserire qui il nome